Top 7: i più bei sentieri delle rogge – “Waalwege”

Le valli del settore occidentale dell’Alto Adige sono solcate da centinaia di vecchi canali d’irrigazione, i cosiddetti Waale (dal latino aqualis, originariamente «brocca» ma successivamente anche «canale», «corso d’acqua»). Lungo queste opere irrigue corrono i sentieri chiamati Waalwege: originariamente destinati alla manutenzione dei canali, sono oggi il terreno ideale per piacevoli e rilassanti passeggiate, particolarmente apprezzate nei mesi più temperati. Abbiamo stilato una classifica dei «sentieri d’acqua» dell’Alto Adige più belli e indicati per un’escursione nella stagione primaverile.

  1. Roggia Brandis a Lana

     

    Due ore di tranquilla passeggiata, una sosta al Ristorante Waalrast, frutteti in fiore e una cascata al termine dell’itinerario, con la possibilità di visitare il vicino Museo della Frutticoltura sudtirolese di Lana Bassa (apertura LU-SA): ecco il menu di una gita lungo la Roggia Brandis.

    Periodo consigliato: seconda metà di aprile, durante la fioritura dei meleti.

    > Ulteriori informazioni sulla Roggia Brandis a Lana

  2. Roggia di Caines

     

    Questa escursione ad anello lungo i canali di Caines, all’imbocco della Val Passiria, richiede circa due ore e mezza di cammino, su 250 m di dislivello, attraverso i boschi di latifoglie e misti della bassa Valle di Sopranes. Partenza e arrivo presso il ristorante Ungerichthof sopra Caines.

    Periodo consigliato: aprile – maggio.

    > Ulteriori informazioni sulla Roggia di Caines

  3. La roggia da Verdines a Scena

     

    Il sentiero della Roggia di Scena, tra la frazione di Verdines e la Val di Nova (Naiftal), regala belle vedute su Caines, Riffiano, Tirolo e Merano. In sintesi: 50% bosco, 50% prati e 100% Waal! 8 i chilometri di sviluppo e 210 i metri di dislivello.

    Periodo consigliato: seconda metà di aprile, durante la fioritura dei meleti.

    > Lungo la roggia da Verdines a Scena

  4. Rogge Ilswaal e Zaalwaal

     

    Il versante esposto a sud della Val Venosta, con il suo clima particolarmente avaro di precipitazioni, è un territorio in cui le opere di irrigazione sono sempre state di vitale importanza. Tra i sentieri d’acqua più amati della regione quello tra Ilswaal e Zaalwaal, le due rogge di Silandro. Lungo l’itinerario, la suggestiva chiesetta di Sant’Egidio.

    Periodo consigliato: da fine aprile a metà maggio, quando i meli sono in fiore.

    > Rogge Ilswaal e Zaalwaal in Val Venosta

  5. Roggia di Maia

     

    Lungo la Roggia di Maia da Maia Alta (Merano) a Saltusio in Val Passiria: un itinerario sempre vario e suggestivo dai margini della città termale alla piana erbosa del torrente Passirio. 8 km di lunghezza, 270 m di dislivello.

    Periodo consigliato: da metà aprile all’inizio maggio, quando i meli sono in fiore.

    > Ulteriori informazioni sulla Roggia di Maia

  6. Roggia di Marlengo

     

    I campi e i frutteti di Marlengo, Cermes e Lana devono il loro verde splendente alle acque della Roggia di Marlengo, che scorre lungo gli 11 km tra il ponte di Tel (Töll) e Lana. Il percorso che la segue attraversa boschi, frutteti e vigneti, regalando splendide vedute su Merano e la sua conca. Un tratto di due km dell’itinerario è stato adibito a sentiero naturalistico: lungo le stazioni del percorso tematico si possono apprendere informazioni e curiosità sull’ambiente del luogo. Immediatamente a ridosso della roggia si trova inoltre il Sentiero natura e avventura di Marlengo (o Sentiero dello Scoiattolo), dedicato agli escursioni più piccoli.

    Periodo consigliato: da metà aprile a fine maggio

    > Escursione lungo la Roggia di Marlengo

  7. Roggia di Lagundo

     

    Secondo noi, quello della Roggia di Lagundo è il Waalweg per eccellenza. Partendo dal centro di Merano si imbocca la celebre Passeggiata Tappeiner in direzione della località di Quarazze (Gratsch), da cui ha inizio il sentiero della roggia vero e proprio, che tra bosco e vigneti conduce fino a Tel. Lungo l’itinerario si trovano diversi punti di ristoro per una rilassante sosta al sole.

    Periodo consigliato: da metà aprile a fine maggio.

    > Passeggiata Tappeiner e Roggia di Lagundo

Buon divertimento!

Articolo precedente:

Articolo successivo: