Immagine di copertina: il Lago Mutterberg risplende al sole. Foto: © Peer

Risplendono nei più diversi toni di blu e verde e anche in piena estate concedono solo bagni di breve durata, per via della bassa temperatura delle loro acque, ma sono perfetti per rinfrescare a dovere gli stanchi piedi degli escursionisti: i laghi alpini del Tirolo, belli come gli itinerari che li raggiungono. Ne abbiamo selezionati sei, equamente divisi tra Tirolo Settentrionale e Orientale.

  1. Ai “laghi d’oro” del Bergkastel

    Il lago Goldsee inferiore. Foto © Peer

    I quasi 2.600 m di quota dei laghi Goldseen al Bergkastel si raggiungono in non più di un’ora e mezza di cammino, grazie alla cabinovia di Nauders, che riduce a meno di 500 i metri di dislivello da superare. Il sentiero, a tratti piuttosto scosceso, richiede comunque un passo sicuro, ma ripaga con uno splendido colpo d’occhio sul blu elettrico dei due laghi alpini ai piedi del Bergkastel.

    Ulteriori dettagli: Ai laghi Goldseen al Bergkastel

  2. Attorno al lago Rifflsee

    Il lago Rifflsee, uno spettacolo della natura della valle Pitztal. Foto © Peer

    Più che un’escursione alpina, l’itinerario che circonda questo gioiello della valle Pitztal è una comoda passeggiata a 2.300 m di quota, senza dislivelli di rilievo. Il più grande lago naturale delle Alpi Venoste, che spicca per il turchese intenso delle sue acque di origine glaciale, può anche essere attraversato in zattera.

    Ulteriori dettagli: Escursione attorno al lago Rifflsee

  3. Al Lago Mutterberg

    I toni di blu del Mutterberger See. Foto © Peer

    Più impegnativa l’escursione che sale ai 2.500 m del lago Mutterberger See, con due ore di cammino e quasi 800 m di dislivello da superare. Durante la salita si attraversano paesaggi sempre diversi, dal bosco alle torbiere, ai mugheti e alle praterie alpine, al cospetto dei ghiacciai delle Alpi dello Stubai.

    Ulteriori dettagli: Escursione al Lago Mutterberg

  4. Escursione alpina al lago Obstansersee

    Il lago Obstansersee, nelle Alpi Carniche. Foto © Peer

    L’idilliaco rifugio Obstansersee-Hütte (2.310 m) e il lago da cui prende il nome sono la meta di quest’escursione alpina; 900 i metri di dislivello in salita, che si coprono in circa 2,5 ore di cammino. Nelle belle giornate, la vista che si gode dall’Obstansersee spazia fino al Großvenediger e al Großglockner.

    Ulteriori dettagli: Escursione al rifugio Obstansersee-Hütte

  5. Dal Rifugio Dolomitenhütte al Lago Laserzsee

    Lo spettacolare scenario naturale del Laserzsee. Foto © Peer

    Un’escursione che attraversa meravigliosi panorami lungo tutto l’itinerario: dal rifugio Dolomitenhütte, attraverso la valle Laserztal, in poco più di due ore si raggiungono il rifugio Karlsbader Hütte e il vicino Laserzsee (2.265 m). In contrasto con le chiare rocce dolomitiche che lo circondano, i toni blu e verdi delle sue acque sono ancora più intensi.

    Ulteriori dettagli: Escursione dal Rifugio Dolomitenhütte al Lago Laserzsee

  6. Ai laghi Neualpl

    Giochi di ombre e luci sui laghi di Neualpl. Foto © Peer

    I laghi Neualplseen sopra Lienz, nel Parco Nazionale degli Alti Tauri, formano un’intera piana lacustre a circa 2.450 m di altitudine. Grazie alla funivia di Zettersfeld e alla seggiovia Steinermandl, vi si giunge in poco più di un’ora di cammino, con un modesto dislivello di quasi 300 metri. Compresa nell’escursione è la magnifica vista su Dolomiti di Lienz, Dolomiti di Sesto e Monti del Villgraten.

    Ulteriori dettagli: Escursione ai laghi alpini di Neualpl

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.